venerdì 14 febbraio 2020

Carnevale della Matematica #137 ovvero 1/α ovvero "In ritardo"

L'edizione di febbraio del Carnevale della Matematica, la numero 137 ovvero 1/α, è ospitata da RUDI MATEMATICI e il tema è "In ritardo".
E per raggiungere l'ossimorico obiettivo di essere in ritardo nella puntualità, gli ospiti hanno deciso di scrivere uno straordinario e divertente dialogo introduttivo.

Per quanto riguarda i miei contributi, ...

La Cellula Melodica è la chiave di volta che sostiene il ponte che unisce la musica alla poesia gaussiana, che o abbiamo già ben detto – è a sua volta la chiave di volta (ehm…) che unisce l’afflato poetico a quello matematico. Insomma, si tratta sempre del solito 137, una sorta di sua “derivata seconda artistica” e che, come dice l’indefettibile Dioniso Dionisi (che delle cellule melodiche dei carnevali è l’orgoglioso genitore) “trattandosi di un numero primo, è una semplice, quanto evocativa, cellula monotona(le). Quasi a voler evocare un rimprovero ribattuto”. E se adesso pensate che quel “rimprovero” sia dovuto al fatto che questo Carnevale nasca già con il peccato originale e premeditato del ritardo, beh… ci stupiremmo del contrario, a dire il vero. Sia come sia. Eccovi il dionisiaco “rimprovero ribattuto”:


Dioniso, in questo articolo, lo avete già sentito nominare: è il deus ex machina della Cellula Melodica. In quanto tale, potrebbe permettersi il lusso di partecipare ad ogni Carnevale della Matematica anche solo con quella, e meritarsi comunque osanna, ringraziamenti e citazioni. E invece no; egli manda anche contributi, articoli. Un paio stavolta: eccome ce li presenta:
Ecco i miei contributi non ancora in ritardo (sebbene potrebbero esserlo dalla prospettiva di un osservatore collocato in un diverso sistema di riferimento relativistico).
Matematica rock di Paolo Alessandrini: Pensate sia possibile mettere insieme in uno stesso libro i Queen e i numeri primi, i Beatles e il calcolo delle probabilità, i Pink Floyd e il sistema binario, i Led Zeppelin e la topologia? Se si è dotati di una straordinaria cultura musicale di una grande cultura matematica e di una formidabile capacità di sintesi narrativa, come Paolo Alessandrini, allora è possibile.
Come sono rappresentati i numeri nel cervello umano? "La nostra mente rappresenta i numeri in tre diversi codici: il codice visuo-arabo, che rappresenta i numeri come stringhe di cifre (ad esempio 235), il codice uditivo-verbale che rappresenta i numeri come sequenze sintatticamente organizzate di parole (ad esempio duecentotrentacinque) e un codice analogico di grandezza, in cui i numeri sono rappresentati come porzioni di attivazione lungo un’ipotetica linea numerica mentale.
In questa prospettiva, ogni codice sarebbe deputato a... "
Visto che roba? Pure i puntini di sospensione, che imperlappunto sospendono, cioè lasciano in sospeso, ergo invitano al click sull'opportuno link. Dateci retta, fatevi adescare, ne vale la pena.


Per quanto riguarda l'edizione numero 138... 
14 marzo 2020: (“il merlo canta delizioso”DropSea – Pi Day
Calendario con le date delle prossime edizioni del Carnevale.



Nessun commento:

Posta un commento